Vai ai contenuti

Menu principale:

Videosorveglianza

Informatica
CSM sistemi progetta ed installa sistemi di videosorveglianza spaziando dalle piccole implementazioni adibite al controllo locale di singoli uffici, magazzini, abitazioni alle strutture più complesse come territori comunali, grandi aree di lavoro, siti isolati con mancanza di corrente ed illuminazione.
CSM Sistemi realizza sistemi basati su telecamere con tecnologia IP. Le tecnologie di comunicazione variano dalle normali reti telematiche RJ45 alle reti WiFi o alla memorizzazione in loco ed alla trasmissione differita degli eventi registrati.
Le strutture, indipendentemente dalla loro complessità, sono controllate tramite software che permette la registrazione degli eventi tramite motion-detect, l'inserimento di un allarme, la possibilità, da parte di un operatore (dove fosse necessario) di utilizzare funzioni di zoom e di pan (rotazione della telecamera da remoto). Tutti i sistemi sono in grado di essere controllati a distanza tramite internet, di fotografare un singolo evento e di spedirne la foto via e.mail. In aree di grossa affluenza e di potenziale pericolo terroristico, software dedicati sono in grado di rilevare una singola borsa, pacco, valigia, abbandonato per più di cinque minuti in un'area videosorvegliata e di segnalare, tramite allarme acustico la posizione dell'oggetto sospetto o semplicemente smarrito.
Tra le principali implementazioni di CSM Sistemi ricordiamo i sistemi integrati di videosorveglianza dei Comuni di Binago, Ronago, Beregazzo Con Figliaro dove la totalità del territorio è coperta da una rete di telecamere collegate alle rispettive stazioni di vigilanza urbana tramite fibra ottica o reti WiFi dedicate.
In queste situazioni sono state implementate nuovissime tecnologie di illuminazione a led infrarossi per la sorveglianza notturna che consentono, in condizioni di totale assenza di luce, di avere illuminazioni pari ad un faro alogeno da 500 Watt con consumi di soli 80 Watt. L'utilizzo di questi dispositivi ha consentito di sviluppare postazioni di sorveglianza autonome autoalimentate da pannelli solari ed utilizzabili in situazioni estreme dove manchi totalmente l'alimentazione elettrica.
Torna ai contenuti | Torna al menu